venerdì 11 dicembre 2015

Regali di Natale su Etsy

Questo e molto altro su http://etsy.com/shop/unacosapiccola
Non c'è più molto tempo. 
E non vi consiglio di fare arrivare questi doni per la Befana... 
Vi aspetto su Etsy!
 
 

giovedì 3 dicembre 2015

martedì 24 novembre 2015

Creatività e... pigne!




Cari amici, ho trovato un sito dove suggeriscono idee molto originali per costruire oggettini vari, tra cui alberi di Natale super carini, utilizzando le pigne! Eccolo qui.
Buon divertimento e a presto :-)

 

 

sabato 21 novembre 2015

Pulire il box doccia


Carissimi,

oggi sarò poco poetica ma ho letto una cosa che mi ha interessato e voglio provare a fare. Intanto la condivido con voi così saremo in molti a sperimentarla! Vi ricordate che in qualche vecchio post vi avevo detto che il box doccia veniva benissimo se pulito con un mix di aceto, detersivo per i patti e acqua calda? Io ho sempre usato quel metodo e funziona! Oggi però ho letto di una pratica alternativa, ancora più semplice.



"Il vetro del box doccia è una continua sfida al calcare ma con la spugna magica passata sulla superficie umida si ottengono ottimi risultati: niente più aloni e il vetro torna trasparente." da Repubblica.

Proviamo??

Buon weekend a tutti.

sabato 7 novembre 2015

Il barattolo della calma


http://freshfromthefirstgrade.blogspot.co.uk/2012/01/calm-down-jar.html


Come costruire un barattolo della calma? Ovvero un barattolo con tanti glitter luminescenti che si muovono nell'acqua, fluttuano, si depositano per poi turbinare nuovamente... e in tutto questo dolce movimento aiutano gli occhi, la mente e i pensieri a tornare tranquilli...

Un oggetto che possiamo dare ai bambini quando hanno bisogno di fermarsi un pochino e riprendere il filo...

Ecco il tutorial, è semplice e chiaro: http://scuolainsoffitta.com/2015/11/04/barattolo-della-calma-montessori/

(A me ce ne vorrebbero almeno 522, è meglio che cominci subito con la preparazione... oppure, mi rifaccio a ciò che ha detto la cara Enrica TesioIl barattolo della calma di Montessori è meraviglioso e facile da fare. Vernice o polvere scintillante, acqua, colorante alimentare, stelline, paillettes. Ma non ho capito a che punto del procedimento devo metterci il Lexotan). ;-)


Buona domenica a tutti!



sabato 31 ottobre 2015

Valigetta per la bambola: video tutorial


Carissimi,

guardate cosa ho trovato su Youtube... un video tutorial molto chiaro e semplice che insegna a costruire una mini valigia per la bambola. E' troppo carina!


Tra le cose piccole non poteva proprio mancare. 
Qui troverete le istruzioni. 

Buona serata e... avete preparato i dolci di Halloween? Io sì!

A presto :-)

giovedì 29 ottobre 2015

Dolci di Halloween


Carissimi amici ed amiche,
lo so che arrivo in ritardo, e so anche che non scrivo da un bel pezzo. Perdonatemi, ma come ho già avuto modo di dire in passato ogni tanto la vita vera diventa preponderante e quella virtuale ne risente. Però mi siete mancati, e mi è mancato il mio blog.
Oggi vi scrivo a proposito di Halloween seppur tardivamente... ci sono ancora un paio di giorni però se volete fare la spesa e mettervi in cucina a preparare questi dolcetti speciali.
Li ho trovati qui. Non sono super attraenti??

Cappellini della strega



- Cialde per cono gelato
- cioccolato fondente
- zuccherini colorati
Fai sciogliere il cioccolato a bagno maria. Lascialo raffreddare un pochino e immergi i coni. Non farlo da bollente o la parigina diventa molle. Decora con gli zuccherini.


 Torta coi fantasmini


- 250 g di farina 00
- 150 g di miele
- 1/2 bustina di lievito per dolci
- 50 g di zucchero
- 2 uova
- 1 dl di olio di semi di arachidi
- 150 g di zucca già pulita
- 60 g di gherigli di noce
- 50 g di uvetta
- zucchero al velo
- 2 dl di panna vegetale
- 1 rotella di liquirizia
Taglia la zucca a dadini di 2 cm circa di  lato. Metti il cestello per la cottura al vapore in una casseruola,  aggiungi una quantità di acqua sufficiente a sfiorarne il fondo.  Trasferisci la zucca nel cestello, metti il coperchio e cuoci per circa  20 minuti. Frulla la zucca al mixer in modo da ottenere un pure  omogeneo.  
Lascia ammorbidire l'uvetta in  acqua tiepida per 10 minuti. Mescola il pure di zucca con il miele, le  uova, l'olio e lo zucchero. Aggiungi 230 g di farina, il lievito e i  gherigli di noce spezzettati. Sgocciola l'uvetta, asciugala, infarinala  con la farina rimasta, elimina quella in eccesso e uniscila all'impasto.  Mescola ancora.  
Rivesti lo stampo con carta  da forno bagnata e strizzata, versaci il composto preparato e cuoci la  torta in forno già caldo a 180° per circa un'ora. Lasciala raffreddare;  quindi spolverizzala con zucchero a velo. Monta la panna vegetale ben  fredda con la frustra elettrica con 1 cucchiaio di zucchero a velo.  Trasferisci la panna in una tasca da pasticciere con la bocchetta liscia  e decora la superficie della torta con tanti conetti, simili a dei  fantasmini. Taglia dei piccoli pezzetti della stringa di liquirizia,  disponili sulla panna, in modo da creare gli occhi e servi.


Anche io devo affrettarmi perché voglio preparare almeno la torta! 


A presto carissimi... e buon Halloween!





 

domenica 9 agosto 2015

Vacanze vintage




http://www.repubblica.it/cronaca/2015/08/07/foto/spiaggia_giochi_tempo-120602138/1/?ref=HRESS-28#1

BUONE VACANZE A TUTTI!

sabato 11 luglio 2015

Promozioni estive


Comunicazione commerciale: la prima/il primo acquirente di DUE oggetti su www.etsy.com/shop/unacosapiccola si aggiudicherà in regalo il collier con perlona singola come da foto. Sotto a chi tocca!



Vi aspettooooooooooooooo!



martedì 9 giugno 2015

Super SCONTI su UnaCosaPiccola - Etsy!


Carissimi, 

ieri mi son dimenticata di dirvi una cosa fondamentale... fino al 30 giugno potrete acquistare nel mio negozietto Etsy con degli sconti a partire dal 5% fino al 25%, a seconda degli articoli.
Come funziona? Quando trovate l'oggetto che vi piace e lo mettete nel carrello, vi apparirà anche questa scritta: 
APPLY SHOP COUPON CODE
come potete vedere nello screenshot seguente




Se avete la pagina in italiano ovviamente sarà la stessa scritta ma tradotta (tipo inserisci codice sconto o cose così...).
A quel punto voi potete inserire uno di questi codici:

POP UP 5 
POP UP 10
POP UP 15
POP UP 20
POP UP 25

oppure questi
(è uguale)

WELCOME 5
WELCOME 10
WELCOME 15
WELCOME 20
WELCOME 25

Il numero nel codice indica la percentuale di sconto, che sarà applicata così: tipo il 5 per cento sugli oggetti più economici e il 25 su quelli più costosi (anche se di quelli praticamente non ce ne sono...).

Mi raccomando, dal primo di luglio questi codici non saranno più validi, quindi approfittatene in questo mese (che ci sono pure da fare i regali alle maestre ;-))

Grazie e a prestissimo! Vi aspetto su Etsy....







lunedì 8 giugno 2015

Etsy pop up market 2




Carissimi,  qui sopra trovate due delle cose nuove che avevo preparato per il pop up market di ieri sera. Le ho già inserite nello shop online di Etsy quindi se volete favorire, potete. Devo dirvi che dal vivo sono più belle che nelle foto che ho pubblicato sul sito... :-)
Come è andato il mercatino, volete forse sapere? Insomma... io non sono fatta per queste cose, non ho la stoffa della donna d'affari infatti preferisco aver a che fare con delle vendite virtuali perché con quelle reali proprio mi trovo in difficoltà. Figuratevi che oltre a non aver venduto nulla (ma non ero la sola, è passata di lì pochissima gente purtroppo) sono riuscita anche a spendere! Nell'ordine:
- quota affitto sala
- cena sul posto
- orecchino 1
- orecchino 2
Sì, avete letto bene, ho comprato ben due magnifiche paia di orecchini! Essendo una grande estimatrice del lavoro artigianale, soprattutto quello ben fatto, non ho resistito e ho acquistato delle creazioni dai miei colleghi etsiani
Anzi, adesso vi linko anche i loro negozi e ve li consiglio, perché dal vivo le loro cose non sono belle come sul sito, DI PIU'!
Uno è lo shop Liperlà, l'altro è l'Eye Candy Lab.
Tra l'altro a quanto ho capito si tratta di attività professionali, non hobbistiche come la mia... e nonostante la bravura dei proprietari e la qualità del loro lavoro i prezzi sono ottimi.
Ecco, adesso che ho fatto pubblicità anche alla concorrenza, sono veramente a posto. 
Un abbraccio a tutti e a e tutte, alla prossima


La vostra affezionata amica.





giovedì 4 giugno 2015

Etsy pop up market


Carissimi,
c'è una bella novità: sto preparando tutte le mie cose piccole per un mercatino locale. E' la prima volta!
Sono felice ma anche un po' preoccupata... come andrà? Non mi sono mai seduta dietro un banchetto in vita mia, a parte quando lavoravo al Salone del libro e ovviamente non riuscivo a vendere niente. Come donna d'affari non sono ferratissima ;-)



Vi lascio il link all'evento: https://www.facebook.com/events/1428131684163457/
Se qualcuno di voi si trovasse a Torino domenica sera, sarò lietissima di fare la vostra conoscenza. Mi serve pure un po' di appoggio morale, a dire il vero. :-)
A presto, spero!




venerdì 8 maggio 2015

Sassi dipinti


Ho trovato su questo blog i lavori di una certa Elspeth McLean: si tratta di bellissimi sassi levigati, lisci e rotondi, dipinti con colori meravigliosi a formare dei veri e propri mandala.






In realtà la pittura sui sassi non è una novità... guardate questo blog https://alexpander.wordpress.com/2011/02/23/sassi-dipinti, per esempio, ma ce ne sono molti altri...

https://alexpander.wordpress.com/2011/02/23/sassi-dipinti

E' una bella attività da fare coi bambini ma piacerà sicuramente anche a  molti adulti, io la vedrei bene persino in un laboratorio di arteterapia. A proposito, vi ho mai detto che ho tenuto un gruppo di arteterapia con delle carinissime signore di un circolo Auser? Un giorno vi farò vedere le foto.

Intanto ecco altri suggerimenti per la decorazione dei ciottoli:



http://www.gigarte.com/quadridipietra/opere/83140/la-citt-sul-mare-attaccapa.html


Buona giornata a tutti, e andate a cercare un po' di sassi!



mercoledì 29 aprile 2015

Soddisfazioni da blog 3


Il titolo è lo stesso dei precedenti post 1 e 2, ma la soddisfazione stavolta non c'è. Curiosa di scoprire nuovamente da dove mi leggessero i miei cari amici sparsi in ogni dove, ho appena tristemente scoperto di essermi probabilmente auto-letta da sola, oggi. 


Son cose che capitano.
Però mi vien da ridere...
Buona serata a tutti e nel caso non ci si sentisse prima, anche buon Primo maggio!


domenica 26 aprile 2015

Altro sulla "mammità"









Ho trovato queste foto meravigliose che non conoscevo, qui. Sono di Ken Heyman, che dal 1965 al 2000 ha immortalato centinaia di madri in giro per il mondo. 
Lo so che la figura della mamma è idealizzata, che non è tutto oro quello che luccica, che ci sono anche le famiglie child-free, che per ogni foto di abbracci e baci ce ne saranno altre meno felici... certo, so tutto questo però sono immagini talmente belle che mi piaceva tanto condividerle sul blog.

lunedì 6 aprile 2015

Collana primaverile handmade


Oggi è Pasquetta e c'è un bellissimo sole, anche se fa freddo (qui ci sono 3 gradi). Non so bene cosa potremo fare e dove andare, non abbiamo programmato nulla perché ci sarebbe piaciuto mangiare nei prati ma l'erba è bagnata e la temperatura bassa... vedremo. Magari un giro in bici ben coperti.
Intanto, pensando alla primavera ancora dal calduccio di casa, vi propongo una mia creazione che mi piace tanto, perché l'ho fatta in toto con le mie manine: sono partita da una vecchia illustrazione (ma vecchia vecchia) di un album rotto e con pagine mancanti. Questo ve lo dico solo perché non pensiate che mi venga mai in mente di rovinare o staccare pagine e figure da un libro intatto, è una cosa che non posso fare proprio!
Comunque, dicevo, ho preso una parte dell'illustrazione, l'ho ritagliata e l'ho incollata su un materiale rigido, così che stesse bene diritta e fosse solida; l'ho verniciata perché fosse un pochino lucida e fosse protetta (anche se non posso garantire che non si rovini sotto la pioggia, per cui tenetela al sicuro) ed infine le ho incollato dietro una decorazione di pizzo al chiacchierino, color ecru. Vedrete tutto a questo link: 
https://www.etsy.com/listing/173628546/flower-and-cherry-necklace?ref=shop_home_active_23, il davanti e il dietro, e anche la lunghezza della collana indossata. 
Per concludere ho aggiunto una perla vecchia, ma vecchia vecchia anche quella eh, proprio come l'illustrazione.



Lo sapete che ogni tanto faccio un po' di pubblicità al mio negozietto virtuale, spero non me ne vogliate :-) e spero che a qualcuna piaccia questa mia collana tanto quanto piace a me.
Su uno stile abbastanza simile ce ne sono altre, come questa








State sicuri che nessun altro  avrà collane come queste perché le ho inventate e costruite io personalmente e ce n'è solo una per tipo.

Spero che vi piacciano e che vi venga voglia di andare a fare un giro nel mio shop, soprattutto chi ancora non lo conosce.

Buona Pasquetta a tutti e a risentirci prossimamente... 
e seguitemi, perché  a breve ci sarà un nuovo giveaway!



venerdì 3 aprile 2015

Nonna Papera e ricordi d'infanzia


Carissimi, oggi ho avuto una giornata pessima e ancora non si è sistemata, così ho pensato bene di cercare rifugio nel mio blog, e scrivere... volevo scrivere tante cose, ma alla fine vi scriverò a proposito di Nonna Papera, non so nemmeno io perché. Forse perché non vi posso raccontare cosa sta succedendo a lavoro né i motivi per cui oggi mi girano tanto. E Nonna Papera cosa c'entra? Niente, povera Nonna, è solo che fa parte dei miei ricordi infantili ed è un topos (vah come sono colta oggi!) rassicurante.
Ricordate la fattoria di Nonna Papera? Com'era bella! Mi piaceva tanto... mi piaceva che fosse una vecchia casa indipendente, mi piaceva che avesse intorno la natura e mi piaceva che ci fosse legno dappertutto, soprattutto sui davanzali su cui secondo me batteva sempre il sole. Su quei davanzali c'era magari un vaso con un fiore oppure una torta a raffreddare, se prima non la intercettava Ciccio. Quel mondo così pacato, così tranquillo, così sereno lo amavo, lo ambivo, lo desideravo pure per me. Sapete, avrei voluto essere Nonna Papera, da grande. In realtà avrei voluto essere anche Paperina,  mi piaceva molto la sua casetta da donna (ehm... papera) single, le sue cose carine, le scarpette (sempre un po' sfondate a dire il vero)... il suo letto con lenzuola che immaginavo fresche e pulite. Anch'io avrei voluto una casetta così, tutta per me, solo per me. Forse perché volevo andare a vivere da sola già da piccola...? Chissà. Fatto sta che le case di Nonna Papera e di Paperina le invidiavo e su quelle pagine di Topolino sognavo. Ci stavo bene. A dire il vero io sognavo come una pazza anche su mille altre pagine, sui libri poi non ne parliamo. Sognavo di essere Jo March, o meglio Amy (perché era lei che alla fine si beccava Laurie), oppure facevo finta di essere dentro Il giardino segreto, arrivavo persino a sentirne il profumo, così come mi pareva di poter toccare il davanzale di Nonna Papera e vedere l'interno di tutta la casa, anche le stanze che non erano mai state disegnate.
Che bello sognare, immaginare, colorire le cose di toni tuoi, personali.
Questi ricordi infantili sono una parte profonda di me, autentica, ricchissima.
Convivono sempre con me, e oggi insieme a loro tengo dentro anche tutta la tristezza di una giornata no.


giovedì 2 aprile 2015

Gessetti profumati al borotalco


Qui ho trovato un semplice tutorial su come preparare dei gessetti profumati da infilare nei cassetti o negli armadi. Possono essere anche usati come decora bomboniera o come pensierino di per sé, magari con l'aggiunta di un nastrino. 
Deve essere anche divertente farli! Bastano tre ingredienti, di cui uno facoltativo: borotalco, colla vinilica e due o tre gocce di olio essenziale profumato (se vi va). Se avete degli stampini carini e se colorate l'impasto verranno ancora più belli.


http://www.puntoviolacuneo.com/?it_linea-mathilde-m,233



http://www.matrimonio.com/forum/i-miei-gessi-profumati--t73210


http://faidatemania.pianetadonna.it/come-realizzare-gessi-profumati-179204.html?steps=0








martedì 24 marzo 2015

Longbourn House e foglie di tè



http://www.einaudi.it/libri/libro/jo-baker/longbourn-house/978880621762




Carissimi, recentemente ho letto il libro che vedete qui sopra, e mi è piaciuto molto. Si tratta di una storia parallela a quella di Orgoglio e pregiudizio ma scritta da un'autrice contemporanea. Parallela perché l'ambientazione è la stessa ma i protagonisti, invece di essere i membri della famiglia Bennett, sono i componenti della loro servitù. La storia dei Bennett vista dal basso, se così possiamo dire, e la vicenda nuova e sconosciuta di cameriere, governanti e valletti.
Lo consiglio a tutte le  appassionate e gli appassionati di Jane Austen. Credo vi piacerà!

Da questa piacevole lettura ho anche tratto qualche curiosità: per esempio, lo sapevate che, ai tempi, si usavano le foglie di tè umide per pulire i pavimenti? Io no; ho provato a fare una ricerchina su Google e ho trovato proprio poco a proposito, quasi nulla, evidentemente è un metodo che si è perso... però da quel che ho capito, gettare sui pavimenti in legno scuro le foglie di tè aiutava a raccogliere la polvere con la scopa. E forse dava anche una migliore sfumatura di colore al legno.

Sapete cosa vi dico? Stavo così bene immersa nel 1800 che adesso stento a trovare un'altra lettura che possa ridarmi quella sensazione di pace e benessere. Non c'è che dire, da quando millemila anni fa ho letto Ragione e sentimento e tutti gli altri libri di Jane Austen, poi quelli delle sorelle Bronte, qualcosa di George Eliot, e qualcos'altro di Elizabeth Gaskell, insomma, da allora, il primo vero piacere di entrare profondamente dentro un libro è legato a quelle autrici lì. 





giovedì 12 febbraio 2015

Statistiche


Carissimi,
ci sono dei misteri insondabili, misteri statistici che sono assai interessanti e mi fanno pure ridere. Figuratevi che fino a qualche mese fa, quando guardavo la panoramica dei dati d'affluenza di questo blog, leggevo cifre incredibili, addirittura 3000 visite al giorno... e quel che è più curioso, è che nemmeno scrivevo. Non ne avevo avuto più il tempo e stavo trascurando moltissimo Una Cosa Piccola. Nonostante ciò, avevo un numero di visite enorme! Mi sono sentita tanto in colpa; senza che io facessi nulla così tanta gente passava di qui... e ho pensato che avrei dovuto riprendere in mano la questione, scrivere di più, aggiornare e via dicendo. Ho cercato di farlo, seppur con fatica. Ho postato un po' di più (non come all'inizio, certo, ma sono comunque stata più presente)... e il risultato? Ebbene, via via le visite sono calate vertiginosamente... oh, se vedeste il mio grafico! Da bello alto che era si è smosciato tendendo sempre di più al basso, e le visite si sono ridotte di un decimo... raggiungendo ora circa il numero di 300 al giorno.
Dovrei trarre un qualche insegnamento da tutto ciò? Dite che è meglio se taccio? :-)
Siete comunque moltissimi, per quanto mi riguarda, a passare di qui, e vi ringrazio di cuore... 
Vi aggiornerò prossimamente! :-D



giovedì 29 gennaio 2015

Fiammella


https://milocca.wordpress.com


Carissimi, voglio condividere alcuni pensieri con voi. Stamattina riflettevo sotto la doccia, e pensavo alla fiammella interiore che c'è dentro ognuno di noi. Io credo che ci sia e sia la parte più essenziale, più autentica e viva, la base del nostro esistere. A volte può sembrare che la fiammella non ci sia, che non ci sia addirittura mai stata. A volte, che si sia spenta. Io credo però che essa non si spenga mai; certo può accadere che abbia poco spazio e non riesca a bruciare bene, che si riduca ad un filo di luce tiepido e non possa essere, come dovrebbe, il piccolo magico motore che tutto fa partire. Pensavo dunque che dovremmo fare alcune cose per evitare che ciò avvenga. 
Per esempio, darle lo spazio di cui ha bisogno. Come potrebbe infatti una piccola scintilla prendere fuoco se è sepolta da ceneri, cartacce, tronchi o altri pesi inutili? Ricordiamo dunque di liberare lo spazio attorno a lei, togliamole i pesi, lasciamo che possa espandersi verso l'alto. Uscendo dalla metafora, liberiamo lo spazio della nostra vita da ciò che sappiamo non ci fa stare bene, ciò che facciamo solo per obbligo. Lo so che alcune cose non possiamo evitarle, succede a tutti, bisogna pur accettare dei compromessi, ma non credete che a volte nel novero di ciò che dobbiamo tenerci per forza ci mettiamo un po' troppe cose? Se guardiamo bene dentro di noi, c'è sicuramente un peso (spesso  più di uno) che possiamo gettare via senza troppi pensieri e che regalerà finalmente un po' di spazio vitale alla nostra piccola fiamma. E questo facciamolo ciclicamente, quando sentiamo che si affievolisce, che non ci scalda più. 
E poi, l'aria... senza l'aria, l'ossigeno, la fiamma non può bruciare. Apriamo delle prese d'aria, degli spifferi, facciamo entrare un po' di brezza... anche dentro di noi. Cerchiamo di affiancare a tutto ciò che facciamo qualcosa che desideriamo veramente, qualcosa che sia il più possibile affine al piacere. Creiamo degli appuntamenti che siano per la nostra interiorità aria fresca: non è facile, dobbiamo identificare ciò che ci fa star bene e a volte purtroppo l'abbiamo dimenticato. Ma almeno proviamoci, andiamo alla ricerca, e quando lo scopriamo, quel qualcosa che ci fa star bene, mettiamolo in pratica e facciamo entrare prezioso respiro dalle porte che apriremo.
Credo sia molto importante che stiamo in ascolto della nostra fiammella, ci può dire tanto di noi.